blog

un delicato ricordo emotivo sulla fine dell’innocenza

lui dice Pilar Palomero, Regista di ‘Girls’, che la difficoltà del mondo del cinema è quella di continuare a fare film, mostrando una grande percezione dello stato dell’industria e delle dinamiche del pubblico di oggi, preso dalla volatilità a seconda dei canali di distribuzione. Ma la verità è non è raro imbattersi in anteprime così sicure di sé, Con una grande capacità di mostrare la verità intima di ogni piccolo momento senza cadere nelle trappole dell’auto-percezione.

Se tre anni fa Carla Simón ha proposto un disegno malinconico di un pezzo di vita a metà degli anni ’90 con ‘Summer 1993’ (2017), sembra che ‘Les nenes’ segua le sue orme disegnando la vita di una ragazza con tocchi biografici del suo autore, ma è meno personale e chiuso in sé dell’opera di Simone, che mostra più raffinatezza per parlare di sensazioni, ricordi ed episodi così riconoscibili e accurati da poter essere condivisi da chiunque che ha attraversato questo momento vitale. Forse è per questo che lo era nominato per 9 Goya Awards, tra cui Miglior film, Regia di un romanzo e Sceneggiatura originale.


Le ragazze 1200x864

Palomero colloca la sua storia nel 1992, nella Spagna dell’Expo e delle Olimpiadi, per raccontare una storia di personaggi femminili attraverso gli occhi di Celia, una ragazza di 11 anni che vive con la madre e studia in un collegio di suore a Saragozza. Il dettaglio potrebbe portare all’ennesima “cattiva educazione” e ai classici codici insipidi del cinema spagnolo più intento a ri-spiegare l’oppressione della chiesa nel modo più manierista, ma come in ‘Verónica’ (2017), è solo uno sfondo inevitabile a cui si lascia parlare.

Le due spagnole degli anni ’90

‘Le ragazze“Lavora sui contrasti e, sebbene la religione sia presente come fattore educativo, è più la tradizione eterogenea nei costumi e nell’educazione che fa la sua comparsa. I dettami sul matrimonio e la sessualità sono in contrasto con la realtà di Celia e della sua madre single, e con lo stigma che questo comporta all’epoca, il conflitto silenzioso che muove il viaggio alla scoperta di sé della ragazza. Il suo ambiente modella i suoi desideri e ciò che pensa sia giusto, però la sua vita scolastica vive in un costante gioco di riflessioni sullo schermo.

Goya 2021: sorprese e delusioni nelle nomination ai premi del cinema spagnolo

Gli schermi sono uno strumento chiave con cui Palomero indica il crocevia di Celia -e tanti bambini spagnoli della sua età- mentre attraversa Los Fruitis, quasi come un gesto di complicità kitsch verso la stessa innocenza di una generazione, Il sabato sera sera con Rafaella Carrá, In cui una Soglia circondata da hostess afferma che quello che direbbe a un gruppo di studentesse è “mettilo, mettilo”. Un piccolo campione della posizione delle donne nella cultura trent’anni fa con solo un piccolo clip televisivo. Il film non deve nemmeno tirare fuori il Mama Chicho o le umiliazioni di “The Goose Game”.

Tuttavia, questo momento di Rafaella mostra anche un altro contrasto e, sessualizzato o meno, l’idea televisiva del sesso era più aperta di quanto l’istruzione potesse sollevare all’epoca. Ciò è evidenziato in un altro gioco di schermi, quello di ‘Marcelino Pa i Vi’ (1955), un simbolo del periodo più ultra-cattolico del paese, che ancora si perpetua quando viene mostrato in una scuola, con un altro schermo in bianco e nero , il canale codifica trasmissioni porno plus. La stessa lotta appare nella formazione musicale delle ragazze.

ragazze

emozioni radicate

Mentre le canzoni scolastiche sono vecchio stile, quasi con un’aria deprimente molto ben catturata nella canzone originale ‘Lune di carta‘Da Carles Naya, Celia sperimenta grazie a una cassetta fatta da Brisa, la sua nuova compagna appena arrivata da Barcellona, ​​che la indirizza verso l’adolescenza con canzoni come’Venerdì“Of Children of Brazil,”Scommetti sul rock’n’roll‘Of More Beers, lascia che Celia si sieda e ascolti attentamente spesso, o’L’aborto della gallina‘De Manolo Kabezabolo, il modello stava pattinando liberamente nei cortili delle scuole negli anni ’90 più velocemente di qualsiasi successo tra i primi 40.

I 21 migliori film spagnoli del 2020

le ragazze‘Consiste di questi piccoli ritagli, episodi di scoperta e shock per l’innocenza che ritrae grazie allo straordinario lavoro di Andrea Fandos, L’aspetto pulito e talvolta triste ricorda Ana Torrent in “Cria Corbs” (1976) e “The Spirit of the Hive” (1973), in cui è difficile non pensare alla scena in cui le ragazze assistono alla proiezione a scuola. Nella sua naturalezza sta la forza di un film la cui più grande debolezza è la mancanza di un elemento drammatico più articolato.

Ma forse, se fosse stato imposto un ulteriore conflitto di account, le immagini di ‘le ragazze‘Non avrebbero la stessa forza e malleabilità. A volte quasi come un documentario, con il punto di vista assoluto in terza persona, il film non si raffredda mai, ma trova le sue emozioni in piccoli momenti di catarsi, che rilasciano zavorra e lasciano spazio alle immagini complete. Nella testa, come il finale emotivo scena, quando La voce di Celia rinasce in un piano fisso carico di sensazioni che è anche la voce di tante ragazze e, perché no, di tante altre coetanee.

Risparmia oltre il 20% sull'abbonamento annuale o mensile a Disney + prima del 23 febbraio.

Risparmia oltre il 20% sull’abbonamento annuale o mensile a Disney + prima del 23 febbraio.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba