blog

un avvincente vero crimine di Netflix su un caso contorto irrisolto

Netflix ha avuto un forte alleato nella sua miniserie True Crime, anche se a volte questo nome ha dato prodotti che attraversano la linea finale del sensazionalismo che mette il genere in polemica, altre sono eccellenti ritratti sociali che trascendono la storia della polizia e la malattia. Uno di questi casi è questo “Gregory”, una brillante cronaca di uno dei casi criminali più scioccanti nella storia della Francia.

Diretto da Gilles Marchand con un coinvolgente equilibrio drammatico, i suoi cinque episodi seguono una struttura narrativa di suspense, Con i loro rispettivi cliffhangers, per narrare un caso reale molto contorto la fine rimane un mistero, qualcosa che invita all’interpretazione stessa di ciò che è stato esposto e alla ricerca interattiva, come ha fatto ‘Making a Murderer’, sebbene questa volta i dettagli del caso non sono importanti quanto il suo rapporto con la società.


Martedì 16 ottobre 1984 è stata segnalata la scomparsa di Grégory Villemin di quattro anni, che è stato successivamente trovato morto nel fiume Vologne nella regione dei Vosgi francesi, con corde legate a mani e piedi. Questo crimine doloroso ha portato a un uccelloin una saga giudiziaria e mediatica di tre decenni che continua a perseguitare la popolazione francese. Fino ad oggi, l’autore dell’omicidio rimane irrisolto e ha sconcertato alcuni dei migliori professionisti che hanno lavorato al caso.

Un riflesso di una società decrepita

Ma al di là dei falsi colpevoli, delle implicazioni e delle prove, la storia è diventata una grande fonte di dolore e vendetta che descrive al rallentatore come una famiglia crolla di fronte alla tragedia. Il caso Grégory è l’equivalente del caso Alcasser in Francia, una storia criminale marcia che si nutre di dettagli sordidi, colpi di scena tragici e un trattamento giornalistico sensazionalistico, immorale e senza considerazione dalle vittime. Vedere come la storia si impossessa della società per decenni è quasi come assistere a una lezione di storia.

Perché l'intera Internet è ossessionata da

La serie segue un ordine cronologico, recuperando gli incidenti del 1984 e ponendoci attentamente la sequenza degli eventi davanti a noi. L’omicidio è il punto di partenza per studiare le complessità dei Villemin, che vengono gradualmente svelate attraverso segreti di famiglia e verità imbarazzanti. Lo sfondo è il film ‘Le Corbeau’ (1943) di HG Clouzot, un classico del cinema nero francese che dà le chiavi al principale cattivo della storia reale.

Il Corvo era il nome che la famiglia Villemin ha dato all’anonimo che li ha tormentati per lettera o per telefono con dati e minacce prima dell’omicidio prima di sparire. C’era un sospetto originale, seguito da una nuova tragedia in famiglia e altri colpi di scena insospettati fino a quando non è iniziata la costruzione del caso contro la madre del bambino, Christine Villemin dal sovrintendente Jacques Corazzi che ha presentato domanda un buon numero di stereotipi sessisti nella sua ricerca, Venendo a dubitare dello stesso aspetto della convenuta.

greco

Un limbo di confusione

Teorizzare insultante, misoginia, giudizio pubblico, inefficienze, supposizioni goffe e interpretazioni terribili anche il video del funerale di Gregory durante il quale la madre grida forte, chiamando il nome del figlio e interrogandola. La giornalista Marie-France Bezzina descrive le immagini come un circo e ogni titolo di giornale è inchiodato sulla coscienza collettiva della Francia, lo stesso giornalista alleato della famiglia sembra un parassita che si avvicina a loro solo per avere materiale fresco.

Le 19 migliori serie di documentari sui criminali

Nessuno sembra pulito e le sue storie costituiscono una storia d’infamia in cui il minimo è già chi avrebbe potuto davvero uccidere Gregory. La narrazione quasi in tempo reale trascina lo spettatore attraverso il caso sviluppato e la reazione della società e dei mediaLasciando sempre lo spazio per trarre le proprie conclusioni sulla possibile negligenza da parte degli inquirenti e sull’opportunismo dei giudici nel permettere la fuga dell’assassino. Tra interviste, foto, audio e abbondanti filmati d’archivio, fornisce un buon esempio di come l’omicidio abbia avuto un impatto sui media.

stampa

‘Gregory’ ha tutti gli ingredienti di uno buono vero crimine, è emozionante e oscuro, e spesso si svolge come un classico pamphlet cinematografico, ma il suo mistero è come un buco nero di vendetta, gelosia, inimicizie familiari e tanti enigmi, silenzi e sguardi che nascondono informazioni e puntano a una verità troppo terribile, forse . Tutti gli elementi di un caso impenetrabile vengono esaminati con semplicità ma costruendo un’atmosfera torbida che ripaga con le voci dei protagonisti, una landa desolata e desolata che crea dipendenza e da cui è difficile uscire una volta che ci sei caduto dentro.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba