blog

tutto ciò che funziona e ciò che non funziona nella stagione 4 della serie Netflix

Pochi fan di “Elite” dovrebbero rimanere perché non hanno divorato la quarta stagione della serie Netflix. Con il quinto già confermato, dovremo ancora aspettare un po’ per vedere il prossimo round di episodi, ma quello che possiamo fare è una recensione di i successi e i fallimenti del quarto, Il più irregolare della serie fino ad oggi.

Racconti d'élite

So che non fa proprio parte della quarta stagione, ma prima di tutto vorrei sottolineare quanto sia stato efficace “Elite: Short Stories”, una raccolta di racconti che ha permesso alla serie di concentrarsi su un approccio più intimo in cui , soprattutto, si può notare l’affetto che i suoi stessi creatori hanno nei confronti dei suoi personaggi. Senza contare che ha creato in me il bisogno di una commedia guidata da Georgina Amorós.

Da

È vero che nulla sarebbe successo nella pura trama se non fossero mai esistite, ma la serie a volte dimentica la necessità di far respirare i suoi protagonisti attraverso tutti i pasticci in cui sono coinvolti. Questo è stato risolto da “Elite: Short Stories” che chiariva che questo universo può funzionare oltre di eccessi sessuali e misteri criminali.

Tutto ciò che funziona

Attenzione agli SPOILER della stagione 4 d’ora in poi

Detto questo, era chiaro che la quarta stagione avrebbe scommesso sul ritorno a ciò che si era già dimostrato funzionare, abbracciando il dissolutezza sessuale ma senza mai cadere nel cattivo gusto. Qui si nota che tutto ha un perché, anche quando può portare qualche personaggio veterano della serie ad agire in un modo che potrebbe non rientrare in quanto visto finora.

Gli 11 migliori film Netflix del 2021 (per ora)

Soprattutto, ciò che funziona meglio in questa quarta stagione è il rapporto tra Mencía e Rebeka, sia per il modo in cui lavorano che per l’alchimia che condividono. Martina Cariddi e Claudia Salas. È vero che Salas era già tra i migliori di ‘Elite’ da quando è arrivato nella seconda stagione, ma fino ad ora non aveva mai avuto un compagno con cui andare così d’accordo, arrivando a volte ad accarezzare quella sensazione di verità che questo la quarta stagione raramente insegue.

Menzione Rebecca Elite

Inoltre, anche gli altri nuovi acquisti finiscono per inserirsi bene, alcuni (Pol Granch) Più tardi di altri (Diego Martin, Il personaggio ci dà grande gioia fin dal primo momento), ma finisce per sentire che hanno davvero contribuito a qualcosa e possono avere continuità nella serie, che non è mai arrivata Sergio Momo e Leiti Sene nel terzo, dove svolgevano una funzione di forma più o meno solvente ma mai oltre.

Inoltre, ‘Elite’ ha imparato a mantenere questa componente di dipendenza facendo un grande salto tematico, in quanto finora è continuato ad essere esplorato lo scontro tra l’appartenenza alla classe superiore con personaggi provenienti da ambienti molto più modesti, mentre qui il contrasto è tra il lusso e megalux. Questo ha portato le storie ad avere, per pura necessità, un altro approccio con cui la serie ha potuto giocare perché, soprattutto, continua ad essere un ottimo passatempo.

Tutto ciò che non funziona

ari Elite

Il grande filo conduttore di tutte le stagioni era un mistero, solitamente associato a una morte, che è stato risolto man mano che gli episodi andavano avanti. Sono abbastanza chiaro che il quarto è il meno realizzato di tutti. Non è tanto che il fatto che Ari sopravviva e lo sappiamo così presto le toglie le forze, è che per la maggior parte della stagione non ci importa nemmeno un po’ di chi potrebbe esserci stato dietro. Ed è un peccato, perché Carla Diaz si adatta molto bene alla carta.

E alla fine sembra più motivato a trovare una ragione per giustificare la partenza di Guzmán che per un reale interesse ad esplorare le implicazioni di quanto accaduto. Non è male inserirsi nella sottotrama più oscura della quarta stagione, ma c’è la sensazione che ciò che interessa davvero alla serie in questa serie di episodi siano tutte le trame romantico-sessuali e che il resto sia più accessorio che mai.

Elite: tutto ciò che sappiamo sulla stagione 5 della serie Netflix

Qui è vero che la varietà si apprezza, Evitando così la ripetizione in qualsiasi momento, ma lo fa scollegando forse troppo ciascuna di queste relazioni dal resto e facendo reagire alcuni personaggi in un modo che potrebbe risultare. La scusa di essere un adolescente arriva a un certo punto per situazioni come vedere Guzmán dimenticare com’era l’amore della sua vita in … cinque minuti?

Neanche aiuta hanno fatto di tutto su argomenti pubblicitari con situazioni sorprendenti come vedere Mencía prendere un kefir dal Lidl. Questo è fonte di distrazione e può farti uscire dalla serie non solo convincendoti di ciò che propone nella pura trama. Quest’ultimo non è successo a me, ma lascia che se ne occupino meglio per il futuro, per favore, che al momento era quasi ovvio come ai tempi del “Medico di famiglia”.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba