blog

superbo spettacolo d’azione sulla crisi di mezza età

Come spettatore compulsivo del cinema in un momento in cui il fattore sorpresa è diventato quasi un’anomalia, E dopo anni passati ad aggiungere titoli al mio crescente elenco di spettatori, ho trovato poche cose più gratificanti che affrontare un lungometraggio con idee preconcette così che, senza aspettare, finisco per sovvertire completamente – e per sempre – le mie aspettative.

Questo è esattamente ciò che ha ottenuto il magnifico “Nessuno”. Da quando abbiamo visto il suo primo trailer, il nuovo film di Ilya Naishuller dopo ‘Hardcore Henry’ ha invitato molti – me compreso – a pensarci una sorta di versione apocrifa della saga di “John Wick”. Tuttavia, nonostante condividano gran parte delle basi del suo codice genetico – in effetti, condividono Derk Kolstad come sceneggiatore – la somiglianza finisce per essere solo tangenziale.


I 27 migliori film d'azione del decennio (2010-2019)

Alla fine, questo diamante grezzo va ben oltre i pezzi di rigore di settembre che ci si aspettava da esso; schieramento davanti al patio di poltrone 90 minuti conciso, lucido e davvero spettacolare. Un’ora e mezza che ritrae con squisita acidità la crisi della mezza età in una specie di “bellezza americana” carica di sangue, Polvere da sparo, schegge e un fascino paragonabile solo al carisma inarrestabile della sua protagonista.

Vieni per le pile di cadaveri, resta per la loro selvaggia intelligenza

Sebbene possa sembrare un film d’azione con uno sfondo e un discorso relegati in secondo piano, “Nessuno” è in realtà un dramma che veste il suo esistenzialismo con mucchi di cadaveri. Una piccola e luminosa anomalia che rende evidente la sua condizione durante i suoi primi due minuti, in cui condensa la routine del protagonista dopo il montaggio e che, nelle mani di un altro team responsabile, sarebbe probabilmente finito per occupare un noioso primo atto.

Questa abile manovra è solo il primo esempio di un’esibizione narrativa insolitamente accurata che dedica gran parte del suo tempo a ciò che è veramente importante in una produzione di qualsiasi tipo: costruire, dare vita e sviluppare un personaggio rotondo. Un cerimoniere con cui instaurare un rapporto di empatia che, in questo caso, è istantaneo grazie, in parte, a un Bob Odenkirk che fa ogni piccola smorfia e ogni sguardo una dichiarazione di intenti.

Nessuno 714842301 Large

Sfoggiando un tono segnato da una commedia più corrosiva che apparente, sempre presente ma per niente invadente, E che si infiltra nelle riprese distanziate delle sue controparti, “Nessuno” svolge una lettura di lettura sugli obblighi familiari imposti dalle convenzioni sociali e su questo falso bisogno di reprimere e adattare le nostre vite a ciò che ci si aspetta da noi e non da ciò che vogliamo veramente essere. Semplice? Può. È efficace? I cestini.

Oscar 2021: tutti i film vincitori che puoi vedere su Netflix, Disney +, Amazon e Movistar +

Ci portiamo tutti dentro un potenziale Mitch Mansell, e Naishuller, pienamente consapevole, stringe fino all’ultima goccia quel legame con il suo protagonista in modo che quando la violenza finisce per scatenarsi senza un quarto non ci stacciamo da lui per un solo secondo; che arricchisce ancora di più se possibile sequenze di azione in prima linea per l’ambiente e che non hanno nulla da invidiare ai loro concorrenti.

Nessuno Jpeg Odenkirk On Bus

Prendendo le distanze dallo spirito ultra-stilizzato dei combattimenti di “John Wick” e dalla complessa coreografia di “The Raid” e di altri successi indonesiani, i pezzi brutali e artigianali di “Settembre” di “Nessuno”, avvolti in un alone di autocoscienza , sono segnata dalla sobrietà formale, dall’assenza di artifici, da un lavoro e una pianificazione impeccabili e dall’uso di tagli netti e precisi come strumento principale al servizio dello spettacolo.

Se aggiungiamo a questo set un indirizzo fotografico di prim’ordine che non dovrebbe passare inosservato in alcun modo, per gentile concessione del titolo PDO di Ari Aster, Pawel Pogorzelski, e una selezione musicale piena di classici blues, soul o swing; “Nessuno” finisce per trascendere il suo spirito giocoso per prendere la forma di un grande cinema da apprezzare senza pregiudizi. Perché sì, potresti averlo visto prima … ma mai in quel modo.

Sorteggia per 5 biglietti doppi

Nessun pareggio Espinof

Se vuoi vedere ‘Nessuno’ nei cinema, Espinof ti semplifica: puoi partecipare all’estrazione di cinque biglietti doppi entrando nel nostro canale all’indirizzo Twitter o tramite Facebook.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba