blog

“Se ne parlava come se fosse solo un asino”. Scarlett Johansson celebra l’evoluzione della Vedova Nera e il suo allontanamento dall’ipersessualizzazione

Undici anni. Questo è il tempo impiegato dai Marvel Studios per dare a Natasha Romanoff un film da solista. Durante questo decennio, e dalla sua prima apparizione nell’irregolare – per non dire altro – “Iron Man 2”, il personaggio si è evoluto in molti modi; essere uno di loro la progressiva perdita di una sessualizzazione evidente che presumibilmente raggiungerà i suoi minimi nell’MCU con l’imminente “Vedova Nera”.

Tutti i film dell'Universo Marvel ordinati dal peggiore al migliore

Crescere accanto a Natasha

Durante un’intervista con la medium di Collider, Scarlett Johansson, che ha dato vita al personaggio dal 2010, ha parlato di questo cambiamento in Natasha; un passaggio che, in un modo o nell’altro, è andato di pari passo con la sua crescita come persona e come donna da allora.

“È decisamente cambiato e penso che parte di quel cambiamento sia dovuto, ed è difficile, perché ne faccio parte. [del personaje]- ma penso che parte di quel cambiamento venga anche da me. Compirò 35 anni, sono una mamma e la mia vita è diversa. Ovviamente sono passati 10 anni, sono successe delle cose e ho una comprensione di me stessa molto diversa ed elaborata. Come donna, sono in una fase diversa della mia vita, sai? Mi sento più flessibile con me stesso, a volte probabilmente non abbastanza. Penso di essere più tollerante con me stesso”.

“Si tratta di allontanarsi dal tipo di ipersessualizzazione del personaggio. Se vedi ‘Iron Man 2’, anche se è stato molto divertente e ha avuto molti bei momenti, il personaggio è molto sessualizzato. Se ne parla come se fosse è un pezzo di qualcosa, un possesso, qualcosa o qualcosa del genere… come un asino, in effetti. Tony si riferisce anche ad esso come qualcosa del genere a un certo punto… cos’era quella deia? “

Forse Johansson si riferisce a una scena di “Iron Man 2” in cui, dopo che la spia uccide e immobilizza Happy Hogan durante un allenamento, Tony Stark dice a Pepper “Ne voglio uno”. Ma che sia o meno questo il momento, l’attrice non rinuncia alla sua partecipazione al MCU, e è orgoglioso di aver partecipato a un cambiamento che avrà senza dubbio un effetto sui telespettatori più giovani.

“Sì, e in una scena Tony la chiama un pezzo di carne, e forse al momento potrebbe sembrare un complimento. Sai cosa intendo? Perché il mio modo di pensare era diverso. Forse anche la mia autostima era questa sta cambiando. Ora le persone, le ragazze, stanno ricevendo un messaggio molto più positivo, ma è stato fantastico far parte di quel cambiamento, essere stati in grado di uscire da quella dinamica e far parte di quella vecchia storia, ma anche progredire . In evoluzione. Penso che sia davvero fantastico. “

‘Vedova Nera’ uscirà contemporaneamente nelle sale e su PVOD attraverso la piattaforma di streaming Disney+ ve 9 luglio.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba