blog

“Quando ho compiuto 30 anni mi sono fatta anche un sacco di domande, le stesse che fa la mia generazione e che compaiono nei romanzi e nelle serie di Valeria”. Diana Gómez

Lo scrittore valenciano ha milioni di lettori ELISABET Benavent, Creatore della saga letteraria ‘Valeria’ (finora la più riuscita e più venduta), composta da quattro romanzi pubblicati da Suma de Lletres e uno spin-off pubblicato nel 2015 da Aguilar, entrambe etichette della ‘editoriale Penguin Random House . Era lo scorso 2020 quando Netflix ha rilasciato sulla sua piattaforma la serie che adatta questa saga. Un anno dopo debutta la seconda stagione, che ora ha lo stesso Benavent come produttore esecutivo.

‘Valeria’ segue le vicissitudini di un gruppo di quattro amici trentenni, che vivono a Madrid e sono in perenne conflitto con se stessi, non avendo chiaro come affrontare i dilemmi che la vita pone loro. Il loro lavoro, la casa, la famiglia e le relazioni sentimentali e/o sessuali sono le ragioni principali dei loro dubbi interni.

Valeria, la protagonista, è interpretata dall’attrice del Barcellona Diana Gómez, Che ha lavorato in film come “Anno della grazia” (Ventura Pons, 2011) o “Alte pressioni” (Àngel Santos, 2014) e in serie come “45 rivoluzioni” (Ramón Camps, Gemma R. Neira, 2019) .

Adrián, marito di Valeria nella prima stagione e separato da lei nella seconda (anche se l’amore non è scomparso tra loro), è interpretato dall’attore sivigliano Ibrahim A l’Shami, Conosciuto per il suo ruolo in “Il segreto del ponte vecchio” (Aurora Guerra, 2011-2020) e recentemente visto anche nel film “Cages” (Nicolás Pacheco, 2019). A parte e abbiamo intervistato per saperne di più su i loro personaggi, le possibili somiglianze che hanno con loro e i dettagli della sparatoria.

"Quando ho scritto 'Valeria' i miei riferimenti erano 'Sex in New York' e 'Girls', la serie l'ha girata molto".  ELISABET Benavent

Partiamo dai cambiamenti che Valeria e Adrián stanno subendo rispetto all’inizio della stagione. “Questa Valeria è diversa, Ora vediamo il suo lato più personale, più intimo, e le sue amiche sono un pilastro ancora più grande per lei. Valeria deve affrontare due decisioni importanti, prima quella lavorativa, poiché sebbene sia convinta da che parte prendere la sua situazione economica la costringe a ripensare alla situazione e, in secondo luogo, quella sentimentale, come dovrà decidere con Victor mentre il suo ex compagno è ancora molto presente. È in questo aspetto che il mio personaggio sarà con più dubbi che la porteranno a maggiori problemi “, racconta Gómez.

Anche Adrián è cambiato, secondo A l’Shami “la sua vita non è più la stessa di prima, ora ha nuove sfide professionali e il suo rapporto con Valeria è diverso, la incontra da un’altra prospettiva“.

Diana Gómez: “La nostra professione è molto instabile, ecco perché comprendiamo i problemi che attraversano i due personaggi”

La serie ritrae attraverso i suoi protagonisti problemi molto urgenti posseduti dalla generazione del Millennio, Come il problema della casa, la precarietà del lavoro, la pressione per essere madre al raggiungimento di determinate età, nonché temi come il poliamore oi nuovi modi di relazionarsi. Sia Shami che Gomez confessano di sentirsi rappresentati.

“Io, molto, sia per la mia età che per le esperienze che ho avuto negli anni, molti di questi problemi li ho subiti vivendo a Madrid”, dice A Shami, che aggiunge che “in relazione ai nuovi modi di relazionarsi la comunicazione è fondamentale, è essenziale che abbiamo più dialogo“.

Valeria Stagione 2

“Prima di entrare in ‘Valeria’ Ero una cameriera e una guida turistica. La nostra professione è molto instabile, Ed è per questo che capiamo perfettamente i problemi che attraversano i due personaggi. Vivere di affitto a trent’anni, aspettare una risposta per lavorare, ottenere soldi per altri lavori mentre si presentano le opportunità…”, commenta l’attrice, che fa notare le difficoltà che si aggiungono quando si arriva ai trent’anni.

Quando ho compiuto trent’anni mi sono fatto anche tante domande, le stesse che si pone la mia generazione e che compaiono nei romanzi e nelle serie.. C’è la pressione sociale e ti chiedi se hai preso la strada giusta, se dovresti già avere un lavoro stabile, una casa e così via, anche se sei sicuro di quello che stai facendo e ne sei felice».

La migliore serie femminista attuale che mostra che il remanido "ragazza cerca ragazzo" è morto (almeno in TV)

Gomez crede che molti dei problemi posti ai millennial siano dovuti al peso della generazione dei nostri genitori, ma che nelle generazioni successive non li influenzerà più così tanto, perché avranno problemi come il sesso o la libertà emotiva. meno pressione, Di avere un partner o dei figli. Un’altra delle chiavi della serie sono le sue scene di sesso, Abbondante, sensuale, ma anche naturale e cercando la realtà, Dove non tutto è fantastico e appassionato.

Come hanno affrontato queste scene gli attori? “All’inizio fa impressione so quante scene di sesso devi affrontare e mi spaventa, ma poi mi sono sentito molto a mio agio perché sul set tutto era ben preparato e la squadra è meravigliosa, il che rende tutto più comodo. è stata una grande armonia nella squadra, mi sono sentito a casa ogni giorno delle riprese, quindi è molto più facile lavorare”.

Valeria seconda stagione

Sia il personaggio di Valeria che quello di Adrian sono segnando la carriera dei suoi interpreti, Non solo per la legione di fan della saga, che non vedono l’ora che arrivi questa seconda stagione, ma perché significa che una piattaforma come Netflix distribuisce la serie in molti paesi del mondo.

Ibrahim Al Shami: “Ho cercato di portare i miei aspetti personali ad Adrian”

“Cerco di seguire lo stesso metodo di preparazione per tutti i personaggi, ma con questo è vero che a volte ho dovuto pensare perché Mi sembrava di assomigliare troppo ad Adrian, E poi è arrivato un momento in cui non sapevo quando finiva Ibrahim e quando iniziava il personaggio. In questo senso, ho cercato di portare i miei aspetti personali ad Adrián”, confessa Ibrahim Al Shami.

Diana Gómez ritiene che, a differenza di altri suoi lavori, abbia avuto più tempo per preparare il personaggio di Valeria, principalmente nella prima stagione, e sulla fama afferma di non averlo notato molto nella sua quotidianità. “Con la pandemia siamo riusciti a malapena a uscire e condurre una vita normale, però sui social me ne accorgo“Ad esempio nelle congratulazioni che ricevo su Instagram, che è molto bello”.

Le 11 migliori serie Netflix nel 2021 (per ora)

Da parte sua, anche A l’Shami crede di aver notato un po’ questa fama, di cui non ha paura. “Alla fine tutti noi che lavoriamo nella recitazione vogliamo che il nostro lavoro abbia un bell’aspetto, E questo è apprezzato. Al momento non ho avuto problemi, non so se tra un anno potrò dirvi la stessa cosa, ci sono colleghi che hanno avuto esperienze spiacevoli attraverso le reti”.

Oltre a questa nuova stagione di ‘Valeria’, Per lo Shami ha partecipato a ‘Debts’ (Daniel Écija, 2021), una serie che è già uscita su Atresplayer Premium e presto lo farà su Antena 3, e alla seconda stagione di ‘Toy Boy’ (César Benítez, Juan Carlos Cueto, Rocío Martínez, Ignacio Mercero, 2019), che vedrà la luce nei prossimi mesi. Gli abbiamo chiesto dei suoi scopi per il futuro.

La mia passione è il cinema ed è a questo che vorrei continuare a dedicare il mio tempo, però mi esprimo anche attraverso la musica e la pittura, le mie due passioni. Vorrei fare un film adesso, ma se continueranno a uscire progetti interessanti di serie ne sarò felicissimo”. Gomez, Che ha la premiere dell’ultima stagione di ‘La casa de paper’ in attesa (Álex Pina, 2017), non esclude di lavorare su più serie, ma ora vorrebbe “continua a fare film“E se può essere con registi di talento come Mar Coll, sono appassionato di quello che fa”.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba