blog

ottimo esercizio di eco-terrore popolare e pandemie che ci riporta al miglior Ben Wheatley

All’inizio degli anni 2010, Ben Wheatley è diventato il nuovo regista preferito di molti fan del film fantasy e di altri prodotti correlati. Da “Kill List” a “High-Rise”, il regista britannico ha presentato un grande poker di cinefilia per intenditori finché non inizi a cadere in una crisi creativa che sembrava non avere fondo. Fino a quando è arrivato ‘Nella terra‘.

La stregoneria attraverso i secoli

La terza legge di Clarke dice che la tecnologia molto avanzata è indistinguibile dalla magia. Wheatley ne sa molto, ha preso il toro per le corna e durante la fase più critica del confino ha radunato una piccola squadra di prim’ordine per sparare a ciò che è sicuramente il miglior film girato in queste date. Né Doug Liman (‘Confined’) né le scommesse più catodiche del momento hanno saputo agitare con la necessaria virulenza cinematografica che questo regista di razza ha mostrato.

La storia di Michael Reeves, il futuro re del terrore britannico morto all'età di 25 anni

Al di là dell’enorme quantità di suggestioni, approcci o storie che ‘In the Earth’ gestisce, tutte ricche e accattivanti, la prima cosa da notare è che, aprendo la trama circondati da mascherine, gel disinfettante e tristezza, dimentichiamo presto che stiamo attraversando lo stesso momento dei personaggi della storia. Questo trucco da mago, questa capacità di distrazione attraverso la terapia d’urto, È disponibile solo per pochissimi. Forse geniale, forse inconsapevole.

Wheatley, che aveva perso carisma, mojo e affetto come suonava il suo nome per progetti molto lontani dai suoi ideali e da quelli della sua solita sceneggiatrice, Amy Jump, si è conclusa con “Rebecca” una carriera rancida che sembrava destinata a una fine del ciclo finale. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Con la freschezza di un nuovo inizio, con l’unità e l’arpa dei suoi giorni migliori, E da solo, il regista ha intrapreso l’avventura alla ricerca di una missione impossibile: riconquistare la sua libertà in un momento di totale privazione di essa.

In The Earth Teaser

‘In the Earth’ combina ricerca scientifica e antichi rituali destinati a comunicare con Parnag Fegg, un’antica forza eldritchiana, Lo spirito della foresta. Con un piede (e puoi credere, i piedi hanno un peso significativo nel film) in “Il principe delle tenebre” di John Carpenter, “In the Earth” si muove in questo attraente e rinnovato interesse per la scienza di fronte alle antiche scritture, Rituali e incantesimi. L’altro piede ci ricorda, almeno a me, “Annihilation” di Alex Garland, un titolo più erratico e non così ben risolto come questo modesto esercizio da camera.

I migliori film Netflix del 2021 (per ora)

Nel suo nuovo film, il regista britannico decide di lasciarsi ispirare e lasciarsi trasportare dalla pandemia per mettere a punto uno stile che era stata diluita negli anni appoggiata su una serie di pilastri robusti come quello della roccia di testa. La fotografia di Nick Gillespie e la musica di Clint Mansell (una delle colonne sonore dell’anno) sono valori in continua crescita. Joel Fry, Ellora Torchia e il camaleonte Reece Shearsmith portano liberamente la storia sulle loro spalle e Wheatley pianifica (e modifica) di farci entrare completamente nel caos totale.

Il regista di ‘Kill List’ è ancora vivo, ma anche quello di ‘A Field in England’, che potrebbe essere un sequel a colori. Possa anche lui mantenere intatto il suo senso dell’umorismo e il cattivo latte molto prima di questo neo-principe delle tenebre naturiste che è già uno dei grandi film del 2021, Un anno in cui non credo vedremo proposte più innovative. Ora speriamo che questi nuovi alberi non ti impediscano di vedere la migliore gita nella foresta che hai visto, perché Ben Wheatley ha dimostrato di rimanere uno dei registi più interessanti in azione.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba