blog

mentre il gigante della tecnologia sta assumendo un ruolo guida nell’intrattenimento per tutta la famiglia

Quando un secolo fa un giovane Walt Disney iniziò a costruire quello che sarebbe poi diventato il grande gigante dell’intrattenimento, una delle massime con cui iniziò era che le persone uscissero dai suoi film e dai loro parchi meglio di quanto entrassero. un bianco, intrattenimento per famiglie, con valori, denaro e qualità che ha resistito e si è evoluto nel tempo.

Uno stile che sembra aver perso forza. E anche all’interno dell’azienda stessa stanno dando la priorità a marchi come Star Wars e Marvel al di sopra di quanto tradizionale “Disney” cheMentre continua a essere prodotto, sembra essersi perso nel catalogo Disney+. Di fronte a questo scenario, una piattaforma di streaming sembra voler essere il nuovo riferimento per l’intrattenimento “family” e “white”: Apple TV+.

Confrontiamo Netflix, HBO, Disney+, Movistar+ e altre 11 piattaforme di streaming: pro, contro, catalogo e prezzi

Quando è stato annunciato che Apple avrebbe lanciato il proprio servizio OTT all’interno della sua applicazione TV, non siamo rimasti convinti dalla sua proposta: molto rumore, tanti padrini, ma piccola chicha. E nemmeno le loro prime uscite ci hanno convinto del tutto. A distanza di un anno e mezzo, sebbene in termini di quantità di cataloghi non attiri l’attenzione, possiamo dire che dentro c’è qualità. E, soprattutto, uno filosofia di intrattenimento che compete direttamente con quella di Disney.

Bene, filosofia dell’intrattenimento e anche business in termini di come valorizzano il marchio e le sinergie tra i loro diversi prodotti. Qui è vero che l’azienda di Tim Cook ha molto da crescere, perché nonostante quanto sia importante come tecnologia, semplicemente non finiscono per essere rilevanti nell’audiovisivo a livello di utente. Mentre stanno facendo le cose decisamente bene, dando priorità alla qualità rispetto alla quantità.

Ted Lasso come stile di vita

lazo

Ed è in questa ricerca della qualità che le intenzioni di Apple TV + si vedono meglio in termini di messaggio che vogliono trasmettere. In un momento in cui il pubblico chiediamo finzioni oscure e contorte di personaggi contorti e navigazione in un mondo di grigi e dilemmi morali diventa il candore e la purezza di “Ted Lasso” e diventa una delle migliori commedie del 2020.

E nota che Neanche Jason Sudeikis ha fatto nulla di rivoluzionario. Ma dimentichiamo troppo presto le grandi commedie sui personaggi che sono pura luce. Proprio qui abbiamo Ricky Gervais con il suo “Derek”, che ha rubato i nostri cuori quasi dieci anni fa e ha dimostrato che abbiamo bisogno di personaggi come questi.

Le 17 migliori serie comiche del 2020

“Ted Lasso” è stata la serie più sorprendente su Apple TV + nel suo primo anno di vita e ha confermato ciò che l’azienda voleva fare almeno con le sue commedie: luoghi felici, dove uno usciva meglio di come era entrato, Con un umorismo non offensivo, con valori e distinguendosi su offerte molto più note.

Non è stato l’unico: il musical “Central Park” è stato uno spettacolo pensato per risollevarci il morale che è arrivato al momento giusto. Con i miei ma, anche “Little Voice” si è unita a questa televisione di sentirsi bene. Il prossimo ‘Schmigadoon!’ è una fantasia che riprende umoristicamente questa scuola del musical degli anni ’40 provando un bel tocco di magia strada facendo. E anche commedie che possono tirare di più verso terreni meno luminosi come “Dickinson” si inserisce in questa filosofia della casa.

Lavorare bene nel campo dei bambini…

Ma dove questo scopo si vede meglio è nel suo fermo impegno per l’intrattenimento familiare e per i più piccoli della casa. Essere la nuova casa di Charlie Brown e Snoopy (“Snoopy in Space” e “The Snoopy Show”) e l’alleanza con Sesame Workshop (“Helpsters”) contribuiscono a rafforzare la televisione educativa e per bambini.

Come sottolineano i nostri colleghi di Applesfera, c’è una chiara intenzione di lasciare un segno su questi terreni, infondendo grandi valori attraverso l’animazione e mostrando l’importanza di gestire le diverse emozioni. Qui abbiamo, ad esempio, l’affascinante ‘Little Zen Stories’ (‘Stillwater’) e il suo panda, che è stato portato via lo scorso 1 giugno Peabody grazie al suo tono rilassante.

Quello che Apple sembra avere così chiara la linea editoriale fa in modo che non accada come su altre piattaforme e catene, Dove serie per bambini (e non così infantili) come queste sono inghiottite da proposte un po’ più aggressive o semplicemente meno interessate a promuovere valori.

…senza dimenticare il resto

Piccola America

Lasciando le motivazioni più prettamente infantili, bisogna riconoscere che la piattaforma non abbassa troppo la guardia al riguardo. I suoi “fatti” come “Lettera a…” -con storie di ispirazione e superamento attorno a creatori, autori, attivisti e altri personaggi- o “Papà” -con storie di genitori e figli- ne sono un chiaro esempio. Abbiamo anche fiction come “Little America”, in cui hanno adattato storie vere di immigrati, pagaiando a favore del gioco.

Le 17 migliori serie del 2021...finora

Non è quella piattaforma essere composto solo da questo tipo di serie e film o che siano tutti consigliati, ma anche nelle proposte più adulte (si fa per dire) c’è una certa raffinatezza e delimitazione attorno a come disegnare i personaggi e le trame che danno una certa coerenza attorno alla narrativa di Apple TV+ entertainment.

Resta da vedere se, man mano che il catalogo della piattaforma si riempirà, si evolverà in altre aree. Attualmente, tra evitare lo sfondo del catalogo e diventare churros, Apple TV + si sta permettendo di proiettare un’immagine molto chiara che con loro ci sono solo “buone vibrazioni”, che è il luogo comodo dove rifugiarsi di fronte al caos del nostro giorno per giorno e di vedere una specie di spettacolo che sembrava perduto.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba