blog

La nuova serie fantasy epica di Netflix va sempre più rafforzandosi, ma resta indietro rispetto a ‘The Witcher’

“Shadow and Bones” è probabilmente la prima più ambiziosa di Netflix questo aprile. Adattamento del popolare franchise letterario di Leigh Bardugo, Siamo di fronte a una serie in cui si nota che è stato investito un budget molto generoso cercando di ottenere un altro grande successo per la piattaforma. Ora resta da vedere come reagirà il pubblico a questa prima puntata di Grishaverso quando aprirà il prossimo venerdì, 23 aprile.

Da parte mia, ho già visto i primi quattro episodi degli otto che danno forma al debutto di ‘Shadow and Bones’ e devo confessare che all’inizio non mi ha fatto esattamente impazzire, anche se è vero che è passato da meno di più. Gli sforzi sono annotati in creare un vasto universo tutto suo con una mitologia che serve a suscitare la curiosità dello spettatore e ad espandere questo universo in modo tale che ci siano abbastanza pretese da non gettare la spugna nonostante i suoi limiti.

Luci e ombre

La grande protagonista di Alina Starkov -il cognome non credo sia un caso, visto che in aspetti come i costumi la serie fa riferimento a certi elementi sovietici, soprattutto nella Russia imperiale-, una giovane donna cambia la sua vita quando viene scoperta avere poteri. Il primo capitolo ruota esclusivamente attorno a questa idea, Chiedendo come sono le loro precedenti relazioni in modo che tutto cambi per salvare la persona a lei più vicina da una morte certa.

I migliori film Netflix nel 2021 (per ora)

Sulla carta non è un brutto inizio, ma quando si tratta della verità inizia a mostrare alcuni elementi della fiction Netflix un po ‘fastidiosi. L’importante è che dimentichino che il primo episodio dovrebbe servire a coinvolgere lo spettatore e fargli sentire il bisogno di continuare il viaggio, sia fisico che emotivo, che i loro protagonisti intraprendono. Tuttavia, qui sente un po ‘di gas a metà, andare con il piede sul freno perché tutto possa dare di più di se stesso.

Immagine Shadow Bone

È vero che questo lo consente Eric Heisserer, ideatore della serie e sceneggiatore dei primi due episodi, concentrandosi maggiormente sulle particolarità di questo universo, introducendo concetti e fronti differenti. Qui si rivela come un successo il fatto che ‘Shadow and Bones’ adatta contemporaneamente due saghe diverse ma collegate tra loro, in quanto conferisce maggiore dinamismo alla serie, per non parlare della trama secondaria dalla biologia ‘Six of Crows “che Heisserer ha venduto come un mix tra” Game of Thrones “e” Ocean’s 11 “è un po ‘più stimolante di quello principale.

Le 11 migliori serie del 2021 ... finora

Non che ci sia qualcosa di particolarmente entusiasmante, ma qui ‘Shadow and Bones’ sa giocare meglio con le aspettative del pubblico, prima per sapere cosa intendono esattamente e poi per tutte le difficoltà aggiuntive che si presentano lungo il percorso, senza dimentica la necessità di connettersi in qualche modo con la trama centrale. La sfida era molto grande e forse non me ne sono innamorato, ma Heisserer sì sta lentamente crescendo i personaggi, lavorando molto meglio qui che ad Alina.

Un mig gas

Ombreggia la scena

Là dà la sensazione che “Ombra e ossa” vuole essere speciale ma senza fornire argomenti convincenti per trasmettere questa idea allo spettatore. Questo può essere diverso da chi già ama in anticipo il materiale originale, ma qui è necessario sapere sia come riconquistare chi già conosce questo mondo sia come offrire una porta seducente al resto del pubblico. Nel primo temo di non poterti aiutare, ma nel secondo riesco nella visuale, lasciando un po ‘di terra di nessuno nella narrazione.

Ovviamente ci saranno molti che vorranno confrontare ‘Shadow and Bones’ con ‘Game of Thrones’ per l’enorme hook che ha ancora la serie HBO o ‘The Witcher’ per essere la grande serie fantasy su Netflix, ma quando si tratta di la verità tutto sembra più piccolo all’interno delle idee e dei problemi che gestisce, più nella linea di proposte come “Damn” ma con un budget o almeno un’ambizione leggermente più alta.

Shadow Scene Os

Qui è dove sorgono attriti tra un impeccabile finale visivo e tecnico, anche se è giusto dire che sarebbe bene scioglierlo più spesso perché è solo allora che riesce a raggiungere un livello di intensità davvero soddisfacente, e una progressione della storia alquanto delinquente, e in cui in più si sente troppo l’odore di ciò che deve venire per quanto riguarda il protagonista. Una cosa è una progressione logica e un’altra che sembra qualcosa di prevedibile e ti demotiva a continuare a guardare la serie.

Shadow and Bones: Grishaverse, trilogia Leftover and Bones, 1

Shadow and Bones: Grishaverse, trilogia Leftover and Bones, 1

Non che nel caso di “Shadow and Bones” sia particolarmente fastidioso, Ma limita la serie al punto che è più difficile lasciarsi trasportare e rimanere ansiosi di esplorare questo mondo. È una sensazione agrodolce che almeno non è così accentuata con il progredire degli episodi, ma in nessun caso scompare, riducendo la presenza drammatica di tutto ciò che accade al suo protagonista. Il cast fa quello che può perché siamo coinvolti con i suoi personaggi, ma vale la pena notare che nessuno di loro viene a brillare.

Per riassumere

Immagine dell'osso dell'ombra

“Shadow and Bones” è una serie con idee stimolanti e piuttosto accattivante dal punto di vista puramente visivo, ma per quanto riguarda la storia che racconta non riesci a trovare le chiavi per farla sembrare tutto ciò che sembra importante. Nonostante questo, sembra con un certo gusto e sa dare un necessario senso di unità pur avendo più fronti aperti.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba