blog

Joe Taslim ha un contratto per continuare a interpretare Sub-Zero in altri quattro film della possibile saga

Nonostante non sia un film, di gran lunga perfetto, il nuovo “Mortal Kombat” mi ha dato tutto quello che mi aspettavo e anche un po ‘di più. I suoi 110 minuti pieni di violenza esplicita, una consapevolezza di sé da inquadrare e un rispetto per il materiale originale invidiabile la rendono uno dei migliori adattamenti di videogiochi fino ad oggi; e occhio, perché se condividessi la mia opinione in merito, potresti essere fortunato.

Durante un’intervista con il podcast Just for Variety, Joe Taslim, l’attore e artista marziale incaricato di dare vita a Sub-Zero sul nastro di Simon McQuoid ha confermato che non solo ha firmato un contratto con la Warner Bros. per partecipare, ma per altri quattro lungometraggi; Segno che in compagnia hanno qualche speranza di continuare a fornire ai rispettabili una buona dose di morti e selvaggi vari.

Ovviamente, come ha commentato Taslim, tutto dipenderà dalla buona accoglienza che avrà questo “Mortal Kombat”, Che ha già superato il botteghino spagnolo lo scorso fine settimana ed è appena stato rilasciato contemporaneamente nelle sale e nella piattaforma di streaming HBO Max nel territorio degli Stati Uniti: “Se questo ha successo, possiamo fare di più”.

È così che un combattimento diventa un'opera d'arte: il dittico 'Batuda assassina' ('The Raid') è il grande esempio di come sparare all'azione

Oltre a questo argomento, l’indonesiano, che ci ha lasciato senza parole quando abbiamo scoperto l’enorme “The Raid” di Gareth Evans, e che ha appena conquistato i nostri cuori con le sue interpretazioni nel brutale “The Night Comes for Us” e nella serie “Warrior”. ‘, ha parlato il suo contatto con la saga dei videogiochi, che risale a quando aveva 12 anni.

“Sono nato a Sumatra. Eravamo poveri, quindi non avevo la console perché costava molto. Andavo a casa di un mio amico ogni giorno per giocare al videogioco. Ma ci sei arrivato e c’erano tipo 10 bambini in coda . Quello che guadagnavo era ancora giocando … quindi mi ci sono voluti 40 minuti per poter partecipare “.

I piani per la trilogia

Oltre agli indizi ottenuti in merito al contratto Taslim, l’idea che ‘Mortal Kombat’ possa diventare un franchise è stata fortemente rafforzata – se non confermata – dalle dichiarazioni dello sceneggiatore. Greg Russo in una recente intervista al medium Collider. In esso, lo scrittore lo ha rivelato ci sono piani per una trilogia, Ma per ora, era il momento di concentrarsi sulla prima pietra del progetto.

“Tutti erano concentrati sul primo film. Non puoi fare una trilogia senza di esso. Ma come sceneggiatore, non dovresti complicarti la vita. Dovresti sempre pensare, ‘Dove può andare oltre la mia storia?’ Oltre le due ore – non è troppo lungo – devo spiegarlo? “Quindi l’ho sempre visto come un’anticamera un po ‘più grande. Ho sempre visto il primo film come un pre-torneo, poi il film due sarebbe stato, si spera, il torneo e il film tre il post-torneo, quindi l’idea era che questo fosse il film pre-torneo che ha gettato i semi per il torneo finale “.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba