blog

il motivo per cui James Gandolfini si è rifiutato di sostituire Steve Carell in “The Office”

Il 2010/2011 è stato un anno delicato per il team di “The Office”, il tempo di Steve Carell nei panni di Michael Scott nella serie stava per scadere e avevano bisogno di un successore per essere il nuovo leader di Dunder Miffin. Alla NBCUniversal hanno spostato cielo e terra per questo e all’improvviso un nome è saltato nell’arena: James Gandolfini, Tony Soprano stesso.

Se hai visto la serie sai che alla fine non abbiamo visto l’attore occupare l’ufficio più famoso della commedia televisiva. Nonostante la storia fosse nota da tempo – è stata pubblicata nel libro su ‘The Office’ di Andy Greene – fino ad ora non si sapeva perché Gandolfini avesse rifiutato un lucroso contratto nella commedia stellare dell’epoca.

"Renderemo Michael Scott più empatico".  Come

la ragione ci è stato regalato da Michael Imperioli e Steve Schirripa (Chris e Bobby su “Los Soprano”), se il podcast “Talking Sopranos” durante uno spettacolo in cui avevano Ricky Gervais come ospite. Imperioli ha detto al creatore di ‘The Office’ che a James è stato offerto il posto e che avrebbe dovuto rifiutarlo nonostante fosse interessato.

“Penso che prima di James Spader e dopo [Steve] Carell, hanno offerto a Jim – dirò $ 4 milioni – per recitare nella stagione, e la HBO gli ha pagato $ 3 milioni per non averlo fatto. Questo è così. »

Alla ricerca del nuovo Michael Scott

Nonostante avesse dei dubbi, Gandolfini sì, era molto interessato a tornare al lavoro. Erano passati quattro anni da quando aveva finito ‘Los Soprano’ ed era da tempo senza un lavoro di tale portata. Aveva un contratto di sviluppo con la HBO e all’epoca produceva documentari e film occasionali per la catena.

Inoltre, l’attore e produttore stava iniziando a prendere forma insieme a Steven Zaillian e Richard Prize ‘The Night Of’, una miniserie che non è riuscita a recitare a causa della sua morte nel 2013. Il fatto è che HBO ha dovuto scoprirlo. di ‘The Office’ e, secondo Imperioli, ha tolto il libretto degli assegni per impedirgli di partire.

Un peccato (o no), perché secondo Brent Forrester, uno dei produttori esecutivi di ‘The Office’, dopo diversi incontri alla fine erano due i nomi: il suo e quello di James Spader. Alla fine, James rifiutò il posto… ma se avesse detto di sì?

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba