blog

Il Festival di San Sebastian difende il Premio Donostia a Johnny Depp facendo appello a “la presunzione di innocenza e il diritto alla reintegrazione”

Quando lo scorso 9 agosto è stato annunciato che Johnny Depp avrebbe ricevuto il Premio Donostia al Festival di San Sebastian 2021, sapevamo che era solo questione di tempo prima che la ruota delle polemiche iniziasse a girare perché il premio verrà consegnato con l’attore immerso in una battaglia legale con la sua ex compagna Amber Heard relative a presunti maltrattamenti.

Naturalmente, le voci contrarie al riconoscimento si sono rapidamente alzate. Senza andare oltre, l’associazione delle registe e dei media audiovisivi CIMA, ha rilasciato una dichiarazione in cui “Si rammarica della decisione di assegnare il Premio Donostia a Johnny Depp”, sostenendo che lo considerano “un errore etico”. Un parere versato dal suo punto di vista “Come cineaste, come donne e come cittadine di un Paese che il San Sebastian Film Festival rappresenta in numerosi forum internazionali”.

Vendetta, cause legali e 16 milioni senza riuscire a girare 'Animali Fantastici 3': ecco come è affondata la carriera di Johnny Depp, secondo THR

Parliamo di etica

Oggi, il Festival di San Sebastian ha risposto alle dure critiche ricevute su diversi media e piattaforme con un testo dal titolo “Parliamo di etica”, In cui il direttore del concorso, José Luis Rebordinos, difende la decisione di premiare Depp e ribadisce il suo impegno per l’uguaglianza, la creazione di spazi sicuri e la difesa della figura delle donne dentro e fuori l’industria cinematografica. Potete leggerlo integralmente qui sotto.

“Dopo l’annuncio del Premio Donostia all’attore e produttore Johnny Depp, il Festival di San Sebastian è stato accusato di mancanza di etica di fronte alla violenza sulle donne. Innanzitutto, come regista e più responsabile, voglio ricordare il nostro impegno contro la disuguaglianza, l’abuso di potere e la violenza di genere, oltre a rispettare gli impegni assunti nella Carta per la parità e l’inclusione delle donne nel cinema, il Festival ha promosso consapevolmente la presenza di donne professioniste a capo dei loro dipartimenti.

Attraverso la sua programmazione a settembre e durante tutto l’anno, partecipa all’interrogazione della nostra società da una prospettiva critica e femminista. Abbiamo anche cercato di creare ambienti sicuri per le donne nei luoghi di lavoro e nei luoghi in cui si svolge il Festival e, di fronte ai comportamenti inappropriati che sono esistiti, abbiamo agito con forza e rapidità.

Ma gli impegni etici del Festival non possono limitarsi ai problemi delle donne in una società patriarcale, nonostante la terribile situazione in cui viviamo, con centinaia di donne uccise ogni anno per crimini sessisti.

Nei tempi di oggi, visto il linciaggio sui social, difenderemo sempre due principi fondamentali che fanno parte della nostra cultura e del nostro ordinamento giuridico: la presunzione di innocenza e il diritto alla reintegrazione. Secondo i dati comprovati a nostra disposizione, Johnny Depp non è stato arrestato, accusato o condannato per alcuna forma di aggressione o violenza contro alcuna donna. Insistiamo: non è stato accusato da nessuna istanza o giurisdizione, né condannato per violenza sulle donne.

Il rifiuto di qualsiasi condotta violenta o molesta e la presunzione di innocenza sono e faranno parte dei nostri principi etici».

Come si legge nel testo, Rebordinos si appella alla presunzione di innocenza e al diritto alla reintegrazione per confutare una presunta mancanza di etica che molti hanno fatto notare in questi giorni. Comunque sia, e nonostante la forte risposta della SSIFF, sembra che siamo molto lontani dalla controversia che verrà risolta, e probabilmente si estenderà all’inizio del festival stesso, datato per il prossimo 17 settembre.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba