blog

“I migliori film di zombi ci insegnano qualcosa su di noi, perché il mostro siamo noi”. Zack Snyder

Mancano ancora pochi giorni prima di poter vedere ‘Army of the Dead’, il ritorno al cinema zombi di Zack Snyder. Uscirà in alcuni cinema il 14 maggio –ecco qua le stanze che ha già confermato in Spagna, prima della sua anteprima ufficiale in Netflix solo una settimana dopo. Ci sarà tempo per dare la nostra opinione in merito, ma ora abbiamo voluto condividere il talk con il regista di ‘300’ a cui Espinof ha avuto modo di partecipare in occasione della campagna promozionale del suo nuovo lungometraggio.

Cosa volevi ottenere con “Army of the Dead”

È stato riconosciuto come un grande fan dei film di zombi George A. Romeroper il suo commento sociale e il suo uso rivoluzionario del genere horror per agire come uno specchio della nostra società“Ma fa notare che quello che voleva con ‘Army of the Dead’ era vedere”come funzionano i tropi di questo genere, cosa accetteremmo da questo tipo di film e quanto lontano potremmo spingerci – prima di romperlo.Lo ha anche sottolineato i migliori film dei morti viventi sono quelli che “ci insegnano qualcosa su di noi, perché il mostro siamo noi senza la nostra umanità“.

I migliori film Netflix nel 2021 (per ora)

A proposito di “Army of the Dead” stesso ha sottolineato che si tratta di una proposta con molti stratiMa alla fine “la storia dell’amore di un padre per sua figlia trascende tutto“Ha anche ricordato che si tratta.”una di quelle idee che hai e non te ne vai, finisci per parlarne. Un giorno ho detto che non avevamo mai fatto “Army of the Dead” e mi hanno detto che avrei dovuto farlo, troveremo i fondi e tu sarai in grado di farlo“Questo è ciò che lo ha spinto a farlo ora e non prima, anche se l’idea gli è venuta in mente poco dopo le riprese di” Dawn of the Dead “.

La sua prima esperienza come direttore della fotografia

Sparare a Dead Army

Un altro dettaglio curioso del film Netflix è che lo è il primo film in cui lo stesso Snyder è stato anche direttore della fotografia. A tal proposito, gli ho chiesto quale fosse la sfida più grande nell’adempiere a queste funzioni parallelamente a quelle della regia del film e questa è la sua risposta:

24 film e serie di zombi imperdibili da guardare prima di 'Army of the Dead'

La sfida più grande è il fisico, l’idea che devi essere il primo ad arrivare e l’ultimo a partire. Quando dirigi un film, puoi finire l’ultima ripresa, ma in quel caso devi fare tutto da zero. È molto soddisfacente, mi sono divertito moltissimo, adoro maneggiare la macchina da presa ed essere così vicino agli attori. Sono molto vicini a te, quindi è un po ‘più intimo che se sei lontano e non puoi vederli. Me ne ero quasi dimenticato e che ho pubblicato annunci per 10 anni ed è qualcosa che mi viene naturale, essere così vicino.

Alcuni dei miei migliori amici sono cineasti e sono dei geni. Quello che è successo è stato che mi ero interessato ad alcuni obiettivi Canon con cui volevo girare il film, una decisione rischiosa dal punto di vista fotografico e non pensavo fosse opportuno assumere un direttore della fotografia e agire secondo i piani “I voglio farlo in questo modo. ” Ho pensato che se l’avessi infastidita, sarebbe stata colpa mia. Mi prenderei la responsabilità. Ovviamente ha reso omaggio al mio grande amico Larry Fong, c’è un riferimento a lui nel film.

Il cast e l’atmosfera del set

Rolling Dead Army

Sul cast scelto, ha rivelato che prima di avere la bozza finale conosceva già il suo intero cast, ma quello prima di girare è difficile sapere cosa funzionerà e cosa no: “Credi di scrivere qualcosa per un attore, lui lo vede e ti dice Cos’è questo? Non lo direi mai, è orribile“Inoltre, ha commentato che”Sono rimasto molto colpito da Dave Bautista. Ha questa incredibile vulnerabilità“.

I 49 film più attesi del 2021

Infine, Snyder è molto chiaro al riguardo ama divertirsi rotolando“Da”se non puoi divertirti a fare un film, non so se questo è per te“Ha anche riconosciuto che lavoro apposta con una piccola squadra perché”.Volevo mantenere il più possibile un sentimento intimo tipico di un film a basso budget“Anche incoraggiando in ogni momento che lo spirito fosse quello di lavorare senza pause inutili, arrivando a bandire le sedie sul set perché”era stanco di loro. Era stato sulle sedie per otto film di fila“E concludendo quanto segue sul suo lavoro:

Non è un lavoro così serio al di là del fatto che vogliamo farlo bene e assicurarci che la costruzione della storia abbia un senso e sia buona quando la vedi, che ti permetta di immergerti nella realtà che stiamo cercando di creare.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba