blog

i 13 migliori film di supereroi per adulti

Forse una delle notizie più gratificanti che abbiamo ricevuto sulla ‘Justice League’ ‘Snyder Cut’, oltre alla tanto attesa conferma della sua esistenza, ovviamente, è che il lungometraggio di quattro ore avrà una valutazione R. -per gli adulti, andiamo-; quindi ci attende una buona dose di violenza, l’occasionale sfoggio di un linguaggio volgare e un tono in più “Dark and Gritty” di quello che è finito nei cinema quattro anni fa.

Ma siamo onesti. Zack Snyder non ha ancora inventato la ruota cinema di supereroi per maggiori di 18 anni; e per dimostrarvelo propongo di accompagnarvi in ​​questa lista in cui rivedo 13 titoli altamente desiderabili che hanno ottenuto una classificazione R-age negli Stati Uniti. Chi ha detto che i supereroi sono una cosa da bambini?


I 29 migliori film di supereroi del decennio (2010-2019)

“Robocop”

Robocop

Iniziamo la nostra selezione con magnificenza con questo classico indiscutibile del cinema d’azione degli anni ’80 violento e corrosivo, diretto da un distaccato Paul Verhoeven. Sebbene i riferimenti abbracciati dall’olandese per plasmare “Robocop” andassero da titoli così disparati come “Harry the Dirty” o “Metropolis”, la forte influenza della nona arte lo avvicinò ancora di più al sottogenere supereroico con una storia messianica da manuale.

In Espinof: 30 anni di “Robocop”: è così che è stato creato un film unico

‘Super’

Super 70 1200 1200675675 Ritaglia 000000

Quattro anni prima di fare il salto nei massimi campionati di pigiama con “Guardians of the Galaxy”, James Gunn ha diretto il suo primo film di supereroi che combinava con successo il packaging fatto a Hollywood -incluso un cast guidato da Rainn Wilson ed Elliot Page nella loro salsa- e questa grottesca sordidità ereditata dal suo status di studente di Troma. Una depiporre affascinante con vigilanti mascherati al centro, violenti e molto pigri.

Critica di Espinof: “Super”, il supereroe realistico

“The Toxic Avenger 4: Toxic Citizen”

Tossicità per i cittadini The Toxic Avenger Iv

Dato che stiamo parlando di Troma, non poteva lasciarsi sfuggire l’opportunità di rivendicare uno dei suoi contributi più famosi al cinema dei supereroi: “The Toxic Avenger 4”. Considerato il “vero sequel” del film originale, ‘Toxic Citizen’ porta al limite l’umorismo e il selvaggio marchio di casa Kaufman in una festa del miglior cattivo gusto che segna anche un crossover al più puro stile comico con lo stellare comparsa del sergente Kabukiman. Caviale di serie B.

‘Il figlio’

bb

Parliamo ancora per un momento di James Gunn, che è stato produttore esecutivo nel 2019 – ancora qualcosa mi dice che aveva molto più da fare nel processo creativo – di ‘The Son’; lungometraggio scritto in collaborazione tra suo cugino Mark e suo fratello Brian e diretto da David Yarovesky. Una solvente perversione del mito di Superman in chiave di terrore che non esita a torbidirsi, e che supera i suoi difetti narrativi con un’invidiabile brutta bava.

Critica di Espinof: ‘The Son’ stravolge il mito di Superman in una rinfrescante storia dell’orrore con l’intera etichetta di James Gunn

“Logan”

f

Nel 2017, il regista James Mangold ha raggiunto l’Olimpo dei mutanti Marvelite con il fantastico “Logan”. Il miglior film dell’universo degli X-Men ha prodotto fino ad oggi travestito da road movie in chiave western, un’epica storia di redenzione del crepuscolo che ha aggiunto uno stimato deposito psicologico a uno dei personaggi di punta del franchise. Un viaggio emotivo secco, crudo, polveroso e anormalmente libero.

Critica di Espinof: “Logan”, il miglior film dell’universo degli X-Men

‘Kick-Ass: Ready to bite’

Kick Ass Still

Dall’altro lato della medaglia troviamo un titolo come “Kick-Ass: Ready to bite”; il caldo adattamento dell’omonimo fumetto di Mark Millar con il quale Matthew Vaughn ha catturato tutta l’essenza teppista e autocosciente dell’autore britannico. Deliziosamente amorale, fedele al cartone animato, audiovisivamente stimolante e selvaggia com’è sola, questo film non è invecchiato affatto per quanto riguarda il divertimento; ed è che, un decennio dopo, è ancora bello vedere Chloë Moretz smembrare i teppisti messi su.

Critica di Espinof: Comic in Cinema: “Kick-Ass – Ready to Bite”, di Matthew Vaughn

‘Lama’

Sebbene ‘Blade’ sia stato un discreto trionfo in termini di entrate, non ha triplicato il suo investimento al botteghino, la prima avventura cinematografica del vampiro comico Marv Wolfman e Gene Colan ha segnato un prima e un dopo nella storia del film di supereroi. Il film interpretato da Wesley Snipes e Stephen Dorff è servito da anticamera al boom di adattamenti che continua ad assordare l’industria con uno spettacolo di azione e terrore del più magnaccia e figlio del suo tempo.

Critica di Espinof: Comic in Cinema: “Blade”, di Stephen Norrington

‘Batman v Superman: Dawn of Justice (Director’s Cut)’

vs

Se sei un habitué di Espinof, avrai dedotto che in un articolo su un film di supereroi con rating R firmato da un server non poteva mancare un titolo – o due, come è il caso – diretto dal mio amato Zack Snyder . In questa occasione, posso solo sollecitare con forza il montaggio del regista dello spettacolare “Batman v Superman”, che colma le lacune del montaggio del film mantenendo i suoi livelli di violenza e distruzione per gentile concessione del pipistrello di Ben Affleck. Avrà i suoi detrattori, ma più la vedo, più mi piace.

Critiche a Espinof: ‘Batman v Superman: The Dawn of Justice’, lo spettacolo secondo Zack Snyder

“Punisher 2: War Zone”

f

Dopo il suo notevole debutto in “Hooligans”, e prima di tuffarsi nell’Arrowverse, Lexi Alexander ha flirtato con i supereroi in questo anime intitolato “Punisher 2: War Zone”. Se è vero che questo sequel perde il fascino di avere Thomas Jane nella pelle del Punitore, il regista ha impregnato il lungometraggio con livelli di violenza astronomici che, mescolati a un senso di ritmo invidiabile, danno origine a un titolo inferiore tra i suoi concorrenti, ma ampiamente soddisfacenti e kaffir come lui solo.

Critica di Espinof: “Punitore 2. Zona di guerra”, violenza a volontà

‘Piscina morta’

Sconosciuto

Cosa posso dirti di “Deadpool” che non sai; della sua metarreferenziale orgia di figa piena di umorismo e violenza esplicita, del brillante lavoro di Ryan Reynolds sotto le spoglie del Mercenario Bocamoll, della direzione solvente di un Tim Miller pienamente consapevole del materiale che aveva in mano e delle condizioni di piccolo miracolo che ha rotto gli schemi nell’universo delle leccate supereroiche dei grandi studi.

Critica di Espinof: “Deadpool”, bestiale e lingua

‘Uomo nero’

Darkman 1200 1200675675 Ritaglia 000000

La somma di “cinema di supereroi” e “film di culto” dà come risultato immediato questo gioiello del maestro Sam Raimi pubblicato nel 1990 con il titolo “Darkman”; un lungometraggio che trasuda l’essenza dei fumetti in ciascuno dei suoi fotogrammi nonostante, sorprendentemente, non sia ispirato da nessuno. In Spagna è stato presentato per la prima volta con un punteggio di over 13 – siamo guariti dall’orrore – ma il suo peculiare senso di violenza e il suo tono cupo e tragicomico gli hanno fatto guadagnare una R come una casa negli Stati Uniti. Magnifico.

In Espinof: 30 anni di “Darkman”, il film di supereroi di Sam Raimi che è già un classico moderno

‘Il corvo’

f

Sebbene “The Crow” sia basato su un fumetto – di James O’Barr – c’è qualche dibattito sul fatto che sia o meno un film di supereroi. Quanto a me, lo difenderò sempre come un pezzo all’interno del sottogenere avendo tutti i suoi tropi narrativi; 1 con un’atmosfera unica, un meraviglioso trattamento visivo e un’anima gotica che continua a spaventare più di 25 anni dopo la sua uscita.

Critica di Espinof: Comic in cinema: “The Crow”, di Alex Proyas

“Watchmen: Ultimate Cut”

f

Se il ‘Watchmen’ che è stato presentato in anteprima nelle sale sembrava già un vero piacere, le più di tre ore e mezza del suo ‘Ultimate Cut’ mi costringono a etichettare come la grande cattedrale dei supereroi eretta da Zack Snyder e il miglior adattamento di un fumetto di supereroi – con le sue licenze – ad oggi. Un piacere visivo e narrativo che trova nell’ossessione per la fedeltà la sua più grande virtù e, a sua volta, il suo più grande difetto.

Critica di Espinof: ‘Watchmen’: il miglior adattamento di un fumetto di supereroi raggiunge il suo apice con ‘Ultimate Cut’

Risparmia oltre il 20% sull'abbonamento annuale o mensile a Disney + prima del 23 febbraio.

Risparmia oltre il 20% sull’abbonamento annuale o mensile a Disney + prima del 23 febbraio.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba