blog

‘Fast & Furious 9’, ‘Jaws’ e altro ancora…

Con le temperature che tornano alle stelle in tutto il paese, quale piano migliore che entrare in un cinema – con un cappotto, se possibile, perché alcuni spendono un po’ con l’aria condizionata – per godersi ‘una buona prima del lungometraggio. Ma prima di dirti cosa portano sotto braccio le notizie di venerdì 2 luglio, Faremo una breve revisione del biglietteria dallo scorso fine settimana, come da tradizione.

Con sorpresa di nessuno, il nuovo marchio comico spagnolo Mediaset, ‘Operation Shrimp’, ha incoronato il box office nazionale con un incasso di 0,54 milioni di euro; detronizzando nel suo primo fine settimana su “Warren File: Forced by the Devil”, che precipita al terzo posto con 0,3 milioni dopo quattro settimane sul conto.

I film più attesi dell'estate 2021: 19 uscite imperdibili nelle sale e in streaming per sfuggire al caldo

Nel mezzo, “Spirito: Indomito” ha regalato la sorpresa intrufolandosi al secondo posto con 0,380 milioni di euro e completando il podio con il più alto incassi. Nei due posti di consolazione troviamo ‘Cruella’, che ha aggiunto altri 0,240 milioni, e ‘Un posto tranquillo 2’, che scende al numero 5 con 0,22 milioni nella sua seconda settimana.

‘Detto questo, veniamo al pasticcio con le anteprime!

Le anteprime il 2 luglio 2021

‘Fast & Furious 9’ (2021)

Più veloce. Più furioso. Più senza cervello. La famiglia e l’azienda di Dominic Toretto tornano nella mischia per sorprendere i propri e gli estranei con ciò che sembrava impossibile: alzare l’asticella ancora più in alto in termini di livelli di assurdità, eccessi e colpi di scena degni della telenovela venezuelana. Una scena spettacolare e un cast che si diverte a incorniciare un blockbuster estivo.

Critica a Espinof: ‘Fast & Furious 9’: un’esilarante e senza cervello orgia di azione e fisici impossibili che porta la saga a un punto di non ritorno

“L’uomo morto non può vivere” (2021)

Dodici anni dopo la serie “Akemarropa”, Ezekiel Montes torna con “Dead Man Can’t Live”; un thriller selvaggio e violento che trova la sua più grande virtù in un cast da incorniciare, capitanato da nomi come Antonio Dechent, Rubén Ochandiano, Elena Martínez e Paco Tous.

‘Jaws’ (‘Jaws’, 2020)

Dopo l’enorme “Giacca di pelliccia di cervo”, non c’era molta speranza che l’inclassificabile Quentin Dupieux potesse superare se stesso, ma “Lo squalo” è un nuovo esempio del genio di questo autore inclassificabile. Una commedia con questo impagabile senso del marchio assurdo della casa che, al di là della sua affascinante esaltazione dell’amicizia e di una mosca gigante davvero adorabile, abbaglia grazie a una Adele Exarchopoulos davvero esilarante. A proposito, scappa dalla versione doppiata come se fosse Satana in persona.

Critica di Espinof: ‘Jaws’: Quentin Dupieux continua la sua serie positiva con un brillante inno all’amicizia e all’idiozia

“Le cose che diciamo, le cose che facciamo” (“Le cose che diciamo, le cose che facciamo”, 2020)

Dopo il celebre “Lady J”, Emmanuel Mouret torna sul grande schermo scrivendo e dirigendo “The Things We Say, The Things We Do”; un dramma romantico che ha ricevuto 13 nomination ai César 2020 Awards – vincendo Emilie Dequenne come migliore attrice non protagonista – e i dialoghi diventano la sua grande virtù.

“Il furto del secolo” (2020)

Ariel Winograd restituisce nelle nostre sale il miglior volto del thriller argentino con ‘La rapina del secolo’, lungometraggio basato su eventi reali, nominato alla Forque per il miglior film latinoamericano, che si distingue per la sua agile narrazione e per un cast in cui spiccano Guillermo Francella e Diego Peretti.

“Il viaggiatore” (2020)

Miguel Mejías esordisce nel lungometraggio dirigendo Ángela Boix in questo dramma introspettivo che si muove tra splendidi luoghi remoti.

‘4 ragazzi e’ questo ” (‘Quattro ragazzi e IT’, 2020)

La proposta per bambini della settimana è diretta da Andy De Emmony, con attori come Matthew Goode, e riunisce un gruppo di bambini con una creatura digitale che non sono sicuro se sia adorabile o materiale per gli incubi più grotteschi. Curioso, almeno.

“Un blues per Teheran” (2020)

La proposta documentaria della settimana è diretta da Javier Tolentino, e ci invita ad immergerci nella scena musicale di un Iran segnato dai contrasti tra tradizione e modernità.

‘Impianto permanente’ (2019)

Chiude le anteprime della settimana ‘Pianta permanente’, una commedia drammatica nera diretta da Ezequiel Radusky che arriva nei nostri cinema dopo aver avuto una buona accoglienza a festival come Mar de Plata o il Festival di Huelva, dove ha vinto il Columbus of Gold per il miglior film .

Altri consigli nel file Espinof

D2b878d8 1886 48b7 9864 6aef2ddb7020

Se le uscite di questa settimana non attirano la tua attenzione o vuoi recuperare i titoli che sono stati in cartellone da più tempo, ricorda che puoi dare un’occhiata ai film della scorsa settimana e ai film precedenti nelle sale. E se vuoi ancora più consigli, non dimenticare che nella nostra Newsletter settimanale ‘Espinof File’ mettiamo nel tuo vassoio una selezione di film e televisione per tutti i palati curata dai nostri redattori.

collegamento | Ricevi il “File Espinof”, la nuova newsletter settimanale di Espinof

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba