blog

esisteva già, si chiamava “SHIELD Agents” ed è ora di rivendicarlo

Dall’episodio 4 di “Scarlet Witch and Vision” c’è stato un certo interesse tra i fan della Marvel per vedere più in azione i protagonisti di questo episodio. Soprattutto l’agente Jimmy Woo (Randall Park) e l’astrofisico Darcy Lewis (Kat Dennings) il ritorno al Marvel Cinematic Universe è stato accolto con grande entusiasmo.

E, in particolare, vogliono una sorta di ‘X-File’ ambientato nell’universo Marvel. Almeno è l’idea dello sceneggiatore Stephen Ford che afferma di aver passato il fine settimana a scrivere una proposta (il pitch) per presentarla agli studi guidati da Kevin Feige.

Jimmy Woo, agente ATLAS?

Qualcosa a cui Randall Park sembra disposto, nelle dichiarazioni a Screen Rant, che dice che gli piacerebbe per questo tipo di “agenti ATLAS” -come il fandom chiama questa possibilità-diventare realtà, soprattutto affidandosi a Jennings:

“Mi piacerebbe molto. Ho molti feedback sulla nostra compagnia e su come lavoriamo insieme. Questa compagnia è reale. Amo Kat; Penso che sia così sorprendente e divertente lavorare e giocare con queste scene. Se accadesse di nuovo, lo rifarei in un attimo. »

Agenti Atlas

Ricordiamo che nei fumetti il ​​suo personaggio, Woo, è stato colui che ha fondato ATLAS, un gruppo che riprende “retroattivamente” gli eroi pubblicati dal predecessore della Marvel negli anni ’50. Eroi dimenticati ma che sono stati puntualmente salvati da fanatici della continuità come Kurt Busiek in “Always Avengers”.

Non è stato fino alla metà degli anni 2000 quando Jeff Parker si è ripreso con tutta la legge su Jimmy Woo, Gorilla-Man, M-11, Marvel Boy, Namora e Venus in una prima serie di “ATLAS Agents”, disegnata da Leonard Kirk in cui esploravano il mondo sconosciuto di questi eroi. Una saga relativamente recente ma altamente consigliata, almeno questa prima serie di Parker.

“Agents of SHIELD”, “Expedient X” della Marvel

Agenti scudo

Naturalmente, in tutta questa conversazione sembra che stiamo dimenticando il dettaglio che c’era già una specie di “x-file” dall’Universo Marvel. O almeno tutto ciò che potrebbe esserci nel mondo della vendetta. Si chiamava ‘Agents of SHIELD’ (o ‘Agents of SHIELD’, a seconda della catena / piattaforma), è stato creato da Joss Whedon, Jed Whedon e Maurisa Tancharoen (Gli ultimi due hanno preso il posto del primo) e hanno guidato un resuscitato agente Coulson (Clark Gregg, il personaggio è morto in “The Avengers”) e la sua squadra per indagare su eventi paranormali, strani artefatti e mostri.

Una serie che, in caso di dubbio, fa parte del canone dell’universo cinematico. Questa precisazione è dovuta anche ad una certa incertezza sulla situazione della serie fatta dalla defunta Marvel Television (guidata da Jeph Loeb) e dall’idea sbagliata che essere la prima serie dei Marvel Studios (guidata da Kevin Feige) significhi essere la prima delle UCM.

Cinque motivi per cui dovresti impegnarti di nuovo in

Proprio a causa del suo status di UCM, gli “agenti SHIELD” erano un po ‘appesantiti dover andare un po ‘a rifare i film. Ciò significava che non sapeva come trovare bene la sua identità fino a quando il turno di “Captain America: The Winter Soldier” non ha messo sottosopra l’agenzia e da lì ha potuto iniziare a crescere. Hanno continuato a indagare sullo strano caso mentre combattevano contro l’HYDRA.

A quel tempo, ne avevo paura molte persone erano già scese dall’auto. Alcuni perché la serie ha impiegato molto tempo per trovare la sua strada; altri perché semplicemente non trovavano plausibile ciò che in un mondo di Vendicatori aveva bisogno di SHIELD e altri per molte ragioni … dal fatto che Skye fosse tale o fino a quando non fu abbastanza episodico con il suo “caso della settimana”.

Più di una serie di secondi

La serie non solo riprende la tradizione di “X-Files” con il paranormale e le cospirazioni che lo circondano, ma esplora gradualmente i diversi elementi che popolano i fumetti Marvel. Mentre i riferimenti e i cameo dei personaggi dovevano essere ringraziati, quanto più indipendente è la narrazione dei film, tanto migliori sono le loro storie.

Resta da vedere come la trama degli inumani – che, ricordate, sarebbe stata filmata prima della deplorevole serie – fosse piena di alti e bassi mentre altri, oltre ai piani di Feige, funzionavano perfettamente.

Di tanto in tanto ho già sostenuto che “SHIELD Agents” ha un fantastico spirito da fumetto desideroso di esplorare diversi terreni ogni anno. Tanto che nella quinta stagione siamo saltati nello spazio e nel futuro e, nella sua settima e ultima stagione, abbiamo viaggiato nel passato. Questa liberazione dei legami, dell’essere consapevoli di cosa sta succedendo nei film (ci sono cose che sono menzionate a metà e poco altro), fa sì che l’universo cinematografico Marvel si espanda senza dover vedere come si inserisce in un grande design.

Ma va bene. E infatti il ​​suo episodio finale lascia Quake / Daisy (Chloe Bennett) alla porta di un’agenzia che si suppone sia SPADA. Un riferimento che, secondo il suo produttore esecutivo Jeffrey Bell, ai Marvel Studios non ha permesso loro di utilizzare la serie ABC per essere in grado di presentare, Formalmente in “Scarlet Witch and Vision”. Qualcosa di brutto considerando che l’agenzia è stata creata da Joss Whedon in “The Incredible X-Men”.

Solo perché non ci sono connessioni continue non significa che qualcosa non faccia parte dell’Universo Marvel

Difensori

Una delle cose su cui Stan Lee è stato chiaro durante lo sviluppo dell’Universo Marvel è questa è successo tutto in un mondo condiviso e, per di più, a New York. Ecco perché i cattivi sono passati da una serie all’altra, Spiderman cercava lavoro nell’edificio Baxter dei Fantastici 4 e The Avengers si nutrivano di diversi eroi che apparivano in varie riviste (‘Tales of Suspens’, ‘Astonishing Tales’, ‘Journey in Mystery “e” The Incredible Hulk “).

Ma ogni collezione di fumetti doveva crescere da solo, Sviluppa il tuo subuniverso e vai “sul tuo ruolo”. Qualcosa che è stato ottenuto con l’adesione di sempre più autori. Successivamente Lee, Roy Thomas, Gerry Conway o Steve Englehart hanno ereditato una buona manciata di collezioni che inevitabilmente si sono incontrate.

Come guardare tutti i film e le serie di Avengers in ordine cronologico

Tornando alla televisione e al cinema, se guardiamo da vicino ogni saga dell’UCM cerca la sua identità e non importa quanto sia diverso ‘Captain Marvel’ da ‘Guardiani della Galassia’, non dubitiamo che facciano parte dello stesso universo . Lo stesso vale per le serie TV prima di questo 2021.

Per fare un esempio di vita reale: tu ed io, lettore, non attraverseremo mai la stessa strada. Le mie avventure non hanno nulla a che fare con le tue, eppure siamo nello stesso universo. Sulla Terra stessa. Se qualcuno raccontasse tutto ciò che accade sul pianeta, la mia storia e la tua farebbero parte della stessa continuità agli occhi del lettore o dello spettatore.

Ovviamente, quando si tratta di finzione ci sono regole al di là del “viviamo sullo stesso pianeta”Ma nel caso della Marvel, ea differenza della DC che ha giocato con il multiverso, hanno lavorato duramente per dare coesione a dozzine di film e serie. SHIELD è il canone UCM; “Daredevil”, “Jessica Jones” e il resto di “Defenders” sono canonici, ma più “nel loro mondo” e anche i più distanti / indipendenti come “Runaways” fanno parte di questo ricco universo.

Un’altra cosa è che sono nominati o referenziati. È impossibile, infatti, ammiccare, rendere omaggio e fare sempre riferimento ai fatti se ciò che si vuole è avere un’identità propria, soprattutto in qualcosa di così vasto. È la legge della vita che prima o poi i dettagli di più di venti film dei Marvel Studios siano sfocati. Ma non dimentichiamo cosa è stato fatto finora.

Risparmia più del 20% sull'abbonamento annuale (€ 69,99) o mensile (€ 6,99) a Disney + prima del 23 febbraio.

Risparmia più del 20% sull’abbonamento annuale (€ 69,99) o mensile (€ 6,99) a Disney + prima del 23 febbraio.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba