blog

blockbuster come il film di Stephen Sommers non si fanno più

Per una buona manciata di anni, Stephen Sommers è stato la grande speranza del blockbuster. Nel 1999 ha inserito la sua favolosa visione di “The Mummy” tra i primi 10 blockbuster, incassando molto poco al di sotto di quasi tutti gli altri tranne “The Sixth Sense” e “Star Wars”. Episodio I: La minaccia fantasma ‘, che ha portato via tutto. Oggi quasi nessuno ricorda i suoi meriti, questo ‘GI Joe’ incredibilmente casual è l’ultimo dei suoi grandi tentativi.

Il re della festa

Un film su un franchise come GI Joe potrebbe solo portare a una storia sovraccarica in cui la minima trama sarebbe solo un pretesto per posizionare i personaggi nei rispettivi posti prima del prossima battaglia titanica. Ed è esattamente ciò che Sommers offre durante il film sui popcorn di due ore.

17 film basati sui videogiochi, sono davvero tutti brutti?

In effetti, anche se sembra sciocco, il regista di “Deep Rising” esegue il debug di ciò che Steven Spielberg e Michael Bay avevano fatto in “Transformers” un paio di anni prima. Buon cinema dalla premessa meno favorevole. Non è un caso che quest’estate il secondo film di macchine robotiche di un altro pianeta e i soldati condividessero i cartelloni pubblicitari.

Il film, con un cast molto interessante (Channing Tatum, Sienna Miller, Joseph Gordon-Levitt, Christopher Eccleston, Dennis Quaid), è riuscito a trasferire sul grande schermo lo spirito dei personaggi, giocando con i ricordi dello spettatore e scherzare con l’incredulità dei neofiti. Ma una bella incredulità. Quanti film vediamo nell’anno che aspettano solo di diffondere la voglia di fare festa? Entrano tutti nel suo ruolo seriamente, al massimo, completamente coinvolti con il suo personaggio. Tutto ciò rende ancora maggiore il fascino del film.

Gi Joe Tatum

GI Joe è un film volutamente kitsch: Dal cattivo stereotipato al massimo al jolly nero. Anche i gesti di complicità in James Bond, Star Wars o anche in “Starship Troopers” sono all’ordine del giorno. Questa ascesa di Cobra si colloca in modo allucinatorio tra l’azione moderna (come la saga di ‘Fast & Furious’) e l’animazione, quasi come una versione fotorealistica della serie animata degli anni ’80.

L’eccesso di spettacolari effetti speciali a colori ci porta mano nella mano in un viaggio in cui le armi “plasma” che distruggono sottomarini ed elicotteri sono all’ordine del giorno. ‘GI Joe’ non cerca la rottura dell’incredulità: la distrugge.

Gi Joe Vilans

Sommers era l’uomo perfetto per portare a termine questa missione, ma non solo per il grande successo delle sue avventure sabbiose con il grande Brendan Fraser. Ricorda che il seguito di ‘Il ritorno della mummia‘Ha dato ancora più soldi. ‘Van Helsing“O l’avventura in mare con Treat Williams era opera di” un regista che ha fatto di tutto senza voltarsi indietro, senza paura del ridicolo. Era il regista perfetto per fare questo film.

Gi Joe Cobra

‘GI Joe’ è costato né più né meno di 175 milioni di dollari, una vera follia per un film che era un vero e proprio enigma. Ha raccolto 300 milioni, 150 in patria e altrettanti nel resto del mondo. Non male, ma forse non abbastanza. era il sedicesimo film di quest’anno negli USA, quasi alla pari con… ‘Fast & Furious: ancora più veloce (a tutto gas 4)’.

sempre con un piede sull’acceleratore e l’altro sulla spudorata più sano, il film di Stephen Sommers è stato una boccata d’aria fresca incompresa. Anche se è possibile che la maggior parte di questo malinteso faccia più male al pubblico che tra i media specializzati. Forse è per questo che il suo sequel, “GI Joe: Revenge”, ha guadagnato un po’ più di soldi con molte meno idee e senza senso dell’umorismo. È stato allora che i blockbuster hanno smesso di essere così divertenti perché stavano davvero iniziando a offrire ciò che il pubblico chiedeva: più o meno lo stesso, ma peggio.

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba