blog

13 film di fantascienza disponibili su HBO e che vale la pena recuperare

Solo gli eroi DC (quasi) per intero e due saghe classiche come “Ritorno al futuro” e “Alien” farebbero già valere la pena di passare attraverso HBO alla ricerca di buona fantascienza. Ma c’è molto di più: ci siamo tuffati nel catalogo della piattaforma alla ricerca dei migliori film di genere e scegliamo queste 13 che ti garantiscono buone sessioni di fantascienza del puro, del bastardo e di quello da stare a casa. Buona visione!

L’intero universo DC

Sebbene non raggiunga i limiti della sua controparte americana e non sia paragonabile alla brutale copertura Marvel che fa Disney +, e manchi anche di cose come l’acclamata serie animata per adulti Harley Quinn, HBO distribuisce una serie di film DC Universe che lasceranno più che soddisfatto il fan medio dei supereroi. E come suggerimento, alcune produzioni esclusive come “Zack Snyder’s Justice League”.

Godzilla – Re dei mostri

Forse il peggiore di tutti i film Monsterverso della Warner, senza lo spirito giocoso e teppista di “Godzilla Vs. Kong ‘, l’equilibrio alchemico di dramma e godzillism del primo ‘ Godzilla ‘ o la brutalità festosa di ‘ Kong: Skull Island ‘, ma tuttavia, è un appuntamento imperdibile per i fan delle creature giganti. La pianura principale del kaiju eiga classico incontra in un film un po’ sbilanciato, ma con un tratto finale apoteosi.

La giacca

Un film di viaggio nel tempo molto curioso che, al di là della fantascienza, inganna in parte con la fantasia raccontando la storia di un veterano della Guerra del Golfo che, quando torna a casa, è immerso in una serie di eventi tragici che finiscono per mandarlo da uno psichiatra. Là sarà oggetto di una terapia di isolamento sperimentale durante la quale scopre di poter viaggiare nel tempo. A volte rappresentazione fantastica dello stress post-traumatico, a volte dramma romantico tra persone incapaci di stabilire relazioni normali, è un film diverso che utilizza vimini e codici comuni nel cinema di genere.

12 scimmie

Classico assoluto dei moderni film sui viaggi nel tempo, che trova un equilibrio assolutamente miracoloso tra dramma romantico impossibile, La fantascienza analogica e satirica di Terry Gilliam e l’intricato enigma dei paradossi e delle impossibilità temporali. Esteticamente e probabilmente molto influente, con un Bruce Willis assolutamente gigantesco, vale la pena rivisitarlo più e più volte per non perdere di vista come fare bene fantascienza senza infusioni e con il talento come unico valore eccessivo.

La saga di “Ritorno al futuro”

Poche trilogie possono essere riviste più e più volte senza perdere il loro fascino con la stessa facilità di “Ritorno al futuro”. Dall’avventura transtemporale del primo capitolo ai folli paradossi futuristici del secondo, Passando attraverso il western parodico del terzo. Formano un insieme inestimabile, un esempio paradigmatico del miglior cinema commerciale fantasy degli anni Ottanta, e hai l’intera saga su HBO.

HBO Max: data di uscita, prezzo, modelli e tutto ciò che pensiamo di sapere sulla piattaforma

Gli ultimi giorni

Una grande proposta spagnola post-apocalittica che visivamente prende molte risorse dai film di virus letali, ma con un’epidemia che assume un’altra forma: quella di un’agorafobia letale. Le persone hanno un panico atroce quando escono per strada e sono intrappolate in casa, in metropolitana e in altri spazi chiusi. Cast fantastico guidato da Jose Coronado, Quim Gutierrez e Marta Etura, e un’interessante occupazione della tensione dei fratelli David e Alex Pastor.

Morgan

Il debutto di Anya Taylor-Joy, oggi protagonista grazie a ‘The Witch’ o ‘Lady Gambit’, in un piccolo film di esperimenti scientifici selvaggi prodotto da Ridley Scott e con un cast eccellente, Completato da Jennifer Jason Leigh, Kate Mara, Paul Giamatti o Toby Jones. Una produzione modesta ma energica, opprimente, che lancia in aria qualche interrogativo sui limiti morali della sperimentazione genetica.

alieno

Un’altra saga di fantascienza assolutamente mitica degli anni settanta e ottanta e che dovresti controllare se non hai Disney+ in modo che possa essere installato permanentemente ed esclusivamente su quella piattaforma al termine del periodo di licenza HBO in corso. Le avventure di Ripley contro gli xenomorfi nei quattro film nucleari della serie, quattro classici totalmente inesauribili.

il cerchio

Da non confondere con l’omonima produzione Netflix in stile ‘Grande Fratello’, anche se tra film e realtà stabilire una serie di coincidenze tirando inquietanti. Qui abbiamo Emma Watson, Tom Hanks, Patton Oswalt e John Boyega in una satira dei social media e la perdita della privacy che può essere in parte ingenua e in parte eccessivamente conservatore, a causa del suo formato thriller anti-tecnologia. Ma che in ogni caso getta nell’aria domande che dovrebbero essere sollevate e risolte

V di Vendetta

Uno dei film distopici più popolari degli ultimi tempi, ambientato in una Gran Bretagna fascista dove solo pochi ribelli disposti a usare la violenza possono resistere al sistema. La sua popolarità non è derivata tanto dal successo al botteghino, ma dalla sua riformulazione come primo simbolo di Anonymous e di altri guerriglieri digitali, adottando in seguito uno strato torbido e paradossale di significato extra per mano del alt-destra, Di gran lunga superando l’eco che ha ottenuto a suo tempo il fumetto di Alan Moore.

Timetrap

Un bel film sui viaggi nel tempo, modesto e di portata limitata e, quindi, perfetto per un buon momento di fantascienza diretta e audace: un gruppo di studenti è intrappolato in una grotta dove il tempo funziona in modo diverso che all’esterno. Paradossi al trotto, claustrofobia moderata e salti temporali molto folli.

straniero

Più fantascienza a medio budget ma con risultati da rivaleggiare con blockbuster più ambiziosi, in un divertente mix di ‘Predator’ e ‘Vichinghi’ senza la minima vergogna. Un cast potente (Jim Caviezel, John Hurt) e un concept audace (una nave aliena si schianta contro la norvegese Viking, in un incidente stellare che è considerato dai brutali abitanti del luogo come l’innesco del Ragnarok) si stringono la mano ad alcuni mostri fantastici e una discussione che va a rotoli a tempo di record.

Lucia

Un Luc Besson in ottima forma trasforma Scarlett Johansson in una supereroina molto più potente della Vedova Nera (e con una coreografia migliore) con la storia di una giovane donna che ingerisce accidentalmente un farmaco che attiva una percentuale crescente delle sue capacità cerebrali, permettendole di trascendere la sua condizione umana. Diretto e diretto, con un terzo finale assolutamente delirante, una buona prova che il cinema dei supereroi è molto più di Marvel e DC.

Qui puoi vedere

Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

También te puede interesar

Antonella Pirelli
Antonella Pirelli
Ciao - Sono Antonella, Renovator e Blogger in missione per trasformare la nostra casa in una casa. Sette anni fa non sapevo cosa fare e non sapevo cosa fare, ma da allora ho imparato a costruire, a piastrellare, a fare l'idraulico e molto altro ancora. Questo è il mio piccolo posto sul web dove condivido tutto quello che ho imparato, così anche voi potete imparare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba